Strada Facendo, Il Blog di Silvano Lova

Aeroporti in Champions League

Pubblicato il 29/08/2015

Sezione: Trasporti

piano nazionale razionalizzazione aeroporti italiani

 

Come per il campionato di calcio appena iniziato, anche per gli aeroporti avremo scali da Champions League, da Europa League e da mezza classifica o lotta per non retrocedere. Il governo ha infatti recepito in modo definitivo le indicazioni della commissione europea delle reti TEN, classificando ufficialmente in tre diverse categorie i 38 aeroporti principali del nostro paese.

 

La Champions League sarà materia per Fiumicino, Malpensa e Venezia, che avranno lo status di scali di interesse internazionale. Poi ci saranno nove aeroporti di rilevanza europea e si tratterà precisamente di Torino, Bologna, Firenze e Pisa (accorpati, altrimenti nisba), Napoli, Bari, Lamezia Terme, Catania, Palermo e Cagliari e infine altri 25 hanno guadagnato l’etichetta di scali di importanza nazionale. Questi ultimi sono raggruppati per macro aree, così suddivise: Nord-Ovest (Genova, Linate, Bergamo, Brescia e Cuneo); Nord-Est (Verona, Treviso, Trieste); Centro-Nord (Rimini, Parma, Ancona); Centro (Ciampino, Perugia, Pescara); Campania (Salerno), Adriatico (Brindisi, Taranto); Calabria (Reggio Calabria, Crotone); Sicilia orientale (Comiso); Sicilia occidentale (Trapani, Pantelleria, Lampedusa); Sardegna (Olbia, Alghero).

 

Chiaramente alcuni ci sono rimasti male, ma almeno ora c’è un punto fermo che, e ce lo auguriamo di cuore pur conservando uno scetticismo di fondo, permetterà di razionalizzare un sistema di trasporto nevralgico che è diventato col tempo un vero ginepraio a causa dei tanti, anzi troppi, microaeroporti creati appositamente nell’interesse di questo o quel potentato locale, al cui servizio non sono mai mancati gli zelanti parlamentari di schieramento trasversale a fare massa critica per incrementare i finanziamenti pubblici senza ragioni oggettive che li giustificassero.

 

Il nucleo di questa razionalizzazione, di non facile applicazione a mio modestissimo parere, è quello di creare piani congruenti di navigazione aerea, efficienti sia su scala nazionale che internazionale, integrandoli alle esigenze specifiche di sviluppo dei singoli territori, privilegiando, come logica vorrebbe, le peculiarità di ognuno. Parlo per essere chiari della valorizzazione delle singole economie, cioè se un territorio vive soprattutto di turismo (penso ad esempio a Rimini, Olbia, Brindisi o Pescara…) gli aeroporti dovranno avere strutture, infrastrutture e piani di volo tali da facilitare l’accoglienza delle persone in arrivo e in partenza; così se il territorio è prevalentemente industriale oppure agricolo, l’aeroporto dovrà essere adattato di conseguenza, ad esempio con la realizzazione di hub logistici tali da garantire spedizioni delle merci in tutto il territorio e anche nel resto d’Europa.

 

Una cosa che mi sono sempre chiesto, ad esempio, è come sia possibile che la frutta e la verdura nei supermercati del nord Italia arrivino prima dalla Spagna che non dalle regioni del Sud. Una risposta che mi do, o meglio una speranza che coltivo (dato che siamo in tema ortaggi) è che questo piano di razionalizzazione serva a drizzare queste storture commerciali e logistiche, aiutando i tanti bravi coltivatori delle regioni meridionali a sviluppare un business efficace con mezzi moderni a disposizione.

 

Questo è solo un esempio, ma è chiaro che senza un sistema efficace di trasporto aereo è tutto il paese che non potrà ambire alla Champions League.


0 commenti


Pagina 1 di 0
* EMAIL:
* NOME:
* TESTO:

INSERISCI IL TUO AVATAR
(max file size 1Mb)

Se hai già scelto precedentemente un avatar, salta questo passsaggio
Se invece vuoi cambiare il tuo attuale avatar, carica qui la nuova immagine

Esprimo il mio impegno a comunicarvi tempestivamente le eventuali rettifiche, variazioni e/o integrazioni dei dati in vostro possesso e mi dichiaro a conoscenza che il testo completo dell art. 13 del D.lgs. n. 196 del 2003 sul trattamento dei dati personali relativo ai diritti dell'interessato è disponibile presso Strada facendo e mi sarà inviato in caso di mia richiesta. Preso atto delle informazioni ricevute mediante questa informativa resa dal titolare Strada Facendo, e consapevole che ho piena libertà di scelta sul rilascio del mio consenso

Raccolta e conservazione dei miei dati personali da parte di Silvano Lova, blog Strada Facendo, e dei Patner sostenitori, al fine della fornitura dei servizi; elaborazione da parte di Silvano Lova, blog Strada Facendo, e dei Patner sostenitori dei miei dati personali, secondo le modalità e nei limiti indicati nell'informativa, per il fine di definire il mio profilo; utilizzo del profilo elaborato da Silvano Lova, blog Strada Facendo, e dai Patner sostenitori per finalità di marketing e promozionali proprie; elaborazione dei miei dati personali per scopi commerciali e amministrativi.

* Campi obbligatori

26/09/2015 Sezione: Territorio

freccia 26/09/2015 Sezione: Territorio

freccia 19/09/2015 Sezione: Europa

freccia 12/09/2015 Sezione: Energia

freccia 05/09/2015 Sezione: Europa

freccia 29/08/2015 Sezione: Trasporti

freccia 04/06/2017 Nome utente:
Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.strada-facendo.eu/home/barra-laterale.php on line 148

freccia 08/01/2016 Nome utente:
Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.strada-facendo.eu/home/barra-laterale.php on line 148

freccia 04/11/2015 Nome utente: Marco petrella

freccia 13/09/2015 Nome utente:
Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.strada-facendo.eu/home/barra-laterale.php on line 148

freccia 26/06/2015 Nome utente:
Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.strada-facendo.eu/home/barra-laterale.php on line 148